Spese acqua

Responsabile del Comune: Ass. Barbetti

24.12.2012 La giunta ha approvato sia il nuovo metodo di calcolo dell’acqua che le riduzioni degli importi per le spese degli anni 2008 e 2009.
12.07.2012

Una delegazione del Comitato ha incontrato L’assessore Barbetti, il Consigliere Teodonno e la responsabile dell’ufficio tributi Dott.sa Zuliani.

Finalità dell’incontro: la presentazione, da parte del nostro Comitato,  di una nuova ipotesi di metodo di calcolo basato sul consumo a scaglioni. La proposta di  metodo è stata accolta  positivamente ed ora è al vaglio dei tecnici-amministrativi del Comune. Con l’occasione abbiamo rappresentato anche alcune considerazioni e valutazioni circa gli importi imputateci  attraverso le “bollette” recapitateci nel giugno 2011. L’impressione ricavata al termine dell’incontro, con particolare riguardo alle questioni attinenti il tipo di costi  imputati agli utenti del “sistema idrico Colle del fagiano” ci fa pensare che ci potrebbe essere un margine significativo per una riduzione degli stessi.

14.06.2012 Abbiamo consegnato al protocollo una relazione che spiega nel dettaglio le procedure utilizzate per far conoscere ai "Collefagianesi" la proposta di suddivisione delle spese di gestione acqua ed i loro commenti. Contestualmente viene richiesto un incontro con l'Amministrazione per delucidazioni sull'utilizzo del foglio di calcolo e la possibilità di riconsiderare alcune voci di spesa, cosa di cui l'assessore Barbetti si era già reso disponibile.
05.06.2012

I suggerimenti che ci sono arrivati ci hanno orientato in un metodo da sottoporre all'attenzione del Comune, dopo aver avuto i vostri commenti, articolato in questo modo:

Tutto la spesa della gestione dell'acqua, dunque sia le opere strutturali, la quota fissa dovuta alla ditta che gestisce i pozzi e le spese di corrente ed approvvigionamento acqua A.C.E.A. ed autobotti verranno unificate. Dalla somma totale si detrarrà  una quota fissa che verrà addebitata ad ogni contatore e che il Comune ne stabilirà l’entità. La quota fissa dovrà avere un importo equo considerando che l'impianto idrico di Colle del Fagiano è di proprietà dei Collefagianesi alla stregua di un condominio ma tutelando anche chi non usa l'acqua dei pozzi consortili usando quella propria o utilizzandone poca. Molti ci hanno fatto notare che in alcune situazioni ci sono collegati ad un unico contatore  più abitazioni cosa spesso non voluta dai residenti delle stesse case ma semplicemente situazioni create dal costruttore delle case, dunque abbiamo pensato di utilizzare un metodo già usato a livello nazionale ovvero dividere la quota a consumo su scaglioni che avranno un costo al MC diverso e maggiorato mano mano che va aumentando il consumo. Facendo un esempio PURAMENTE INDICATIVO i consumi fino a 100 mc pagheranno € 0,25 mc, da 101 a 200 mc pagheranno € 0,50, da 201 a 300 pagheranno € 0,75 e così via. In questo modo non solo verrà premiato chi consuma poco ma si incentiveranno i risparmi di acqua che eviteranno così di approvvigionarci attraverso l'acqua dell' A.C.E.A. o addirittura quella delle autobotti che a volte sfiora il costo dello spumante. In ultimo tale metodo a scaglioni corregge anche l'anomalia delle diverse abitazioni  collegate ad un unico contatore perché la parte di quota fissa non devoluta viene compensata dalla quota più alta del costo al mc. di acqua.

Questo è solo il metodo di calcolo poi i costi che sono giusti da addebitarci ed eventuali riduzioni sono ancora da vedere e su questo c'è collaborazione da parte del Comune. TUTTI i Collefagianesi sono invitati ad esprimere il loro parere anche coloro che non sono iscritti al comitato perché il parere di ognuno verrà riportato all’Assessore al bilancio Barbetti Roberto che come già indicato nella scorsa riunione ha piacere di ricevere quanti più pareri possibili. Il metodo sopra presentato è solo una ipotesi e non una proposta vincolante cosa che abbiamo specificata all’Amministrazione che rimarrà comunque l’unica che prenderà la decisione finale.

SIETE INVITATI A VISIONARE NEL DETTAGLIO IL FOGLIO DI CALCOLO E CHIEDERE TUTTE LE INFORMAZIONI NEI GIORNI 7-8 GIUGNO DALLE 18 ALLE 19 E SABATO 9 GIUGNO DALLE 17 ALLE 18

TABELLA DI ESEMPIO

(I COSTO, GLI SCAGLIONI E LE FASCE SONO SOLO DI ESEMPIO PER RENDERE LA SPIEGAZIONE PIU' FACILE. IL FOGLIO DI CALCOLO ESATTO POTETE VISIONARLO QUI OPPURE NEGLI APPUNTAMENTI AL BAR DI COLLEVERDE DOVE VERRA' SPIEGATO NEL DETTAGLIO.)

  CONSUMO TOTALE QUOTA FISSA

SCAGLIONE 1

FINO A 100MC

SCAGLIONE 2

FINO A 200MC

SCAGLIONE 3

FINO A 300MC

SCAGLIONE 4

OLTRE 301

UTENTE 1 0 € 20,00 0 0 0 0
UTENTE 2 100 € 20,00 € 25,00 0 0 0
UTENTE 3 300 € 20,00 € 25,00 € 50,00 € 75,00 0
UTENTE 4 500 € 20,00 € 25,00 € 50,00 € 75,00 € 200,00

L’UTENTE 1 PAGHERA’ IN TOTALE €   20,00

L’UTENTE 2 PAGHERA’ IN TOTALE €   45,00

L’UTENTE 3 PAGHERA’ IN TOTALE €   170,00

L’UTENTE 4 PAGHERA’ IN TOTALE €   370,00

ATTENDIAMO I VOSTRI COMMENTI SUL METODO SOPRA DESCRITTO

    Al momento il Comune sta studiando un metodo di ripartizione delle spese di gestione acquedotto con una quota fissa per tutti gli abitanti di Colle del Fagiano e la parte restante delle spese suddivisa esclusivamente sui MC consumati in modo da agevolare chi fa consumi limitati. Le valutazioni da fare sono diverse, come ad esempio:

Devono pagare tutti i proprietari, come in un tradizionale condominio oppure solo chi ha il contatore?

Chi non è rag

giunto dalla fogna ed ha un impianto di smaltimento a norma deve pagare la stessa quota di chi è allacciato alla fogna? (nella gestione dell’acqua è compresa una quota per il trattamento delle acque reflue.)

Un ringraziamento particolare va alla responsabile dell’ufficio tributi, la Dott.sa Stella Z., per la sua enorme disponibilità anche fuori orario di ricevimento al pubblico.

Se avete idee e suggerimenti mandate una e-mail